Torna all'homepage
Spiritualità
 
 
CARTA DEI DIRITTI
LO STATUTO
MODULO ISCRIZIONE
SEDI REGIONALI




Scrivici

25 March, 2013

La famiglia, scuola d’amore e gratitudine
di -


La famiglia, scuola d'amore e gratitudine
Mons. Vincenzo Paglia a Ginevra sul tema "Diritti umani e Famiglia"
GINEVRA,
18 Marzo 2013 (Zenit.org) - Il Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia, mons. Vincenzo Paglia, è intervenuto oggi all’incontro promosso dall’Osservatorio permanente sulle Missioni della Santa Sede alle Nazioni Unite insieme ad altre organizzazioni internazionali con sede a Ginevra, sul tema: Promuovere i diritti umani e la libertà attraverso la difesa legale e sociale della famiglia (“Promoting Human Rights and Freedoms through legal and social Protection of the Family”).
Ha introdotto i lavori Sua Ecc. l’Arcivescovo Silvano M. Tomasi, Nunzio apostolico presso l’Osservatorio della Santa Sede. Ha moderato l’incontro l’Ambasciatrice straordinaria plenipotenziaria rappresentante permanente del Regno dello Swaziland (Africa meridionale), Thembayena Annastasia Dlamini. Relatori, con mons. Paglia: il Prof. Xavier Lacroix, docente all’Università cattolica di Lione e membro del Comitato nazionale consultivo sull’etica in Francia, e Michele Schumacher, ricercatore presso l’Università di Friburgo, in Svizzera.
Mons. Vincenzo Paglia ha presentato una relazione sul tema: “La famiglia, risorsa per la società”, nel Ventesimo Anniversario dell’Anno Internazionale sulla Famiglia e nel Trentesimo Anniversario della Carta dei Diritti della Famiglia della Santa Sede.
Ad introduzione del suo intervento, il Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia ha ricordato che, in occasione degli Anniversari, il Dipartimento degli Affari economici e sociali del Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite, quest’anno, ha ribadito «l’opportunità di rimettere al centro il ruolo delle famiglie per lo sviluppo, anche condividendo le buone pratiche di politiche familiari, prendendo in esame i cambiamenti nella concezione della famiglia e suggerendo soluzioni».
La famiglia è un diritto umano fondamentale, ha detto mons. Paglia. «La famiglia è l’unità fondamentale della società umana. In essa le generazioni si incontrano, si amano, si educano, si aiutano l’un l’altra e vivono il passaggio da un’età all’altra. E questa concezione della famiglia è stata accolta da tutte le culture nel corso della storia, come riconosce la Dichiarazione universale dei Diritti Umani: “Uomini e donne di ogni età, senza limitazioni di razza, nazionalità o religione, hanno il diritto di sposarsi e fondare una famiglia”».
Il Presidente ha, quindi, ricordato come la Carta dei Diritti della Famiglia riaffermi l’importanza strategica del ruolo della famiglia nella società. Già nel Preambolo si legge: «I diritti della persona, seppure espressi come diritti dell’individuo, hanno una dimensione sociale fondamentale, che trova una innata e vitale espressione nella famiglia, fondata sul matrimonio, come intima unione di vita nella complementarietà tra un uomo e una donna, che è costituita nell’unione indissolubile del matrimonio, liberamente contratta ed espressa pubblicamente, aperta alla trasmissione della vita».
Dunque, «La famiglia è la risorsa fondamentale della società, la fonte primaria del capitale sociale e il diritto principe dell’umanità La stessa stabilità della società dipende, di pari passo, dalla stabilità della famiglia, da cui scaturisce».
Si può, infatti, affermare senza dubbio che «la famiglia, composta da madre, padre e figli, nonostante i tanti attacchi cui è soggetta, ha il primo posto nel cuore della gente di ogni parte del mondo, e tutte le ricerche e gli studi al riguardo rivelano che la maggior parte dei giovani guardano con gioia alla famiglia come unione che dura tutta la vita tra moglie e marito». Purtroppo, però, «questa concezione è opposta alle correnti culturali che considerano impossibile amare qualcuno per sempre. Ci sono giovani che possono professare con entusiasmo amore eterno per la squadra di calcio preferita, ma non possono dire lo stesso per la propria moglie».
Sulla base di ricerche e studi anche sociologici promossi dal Pontificio Consiglio per la Famiglia, mons. Paglia ha affrontato quattro argomenti fondamentali di ogni trattazione sulla famiglia: la coppia e il matrimonio, i rapporti intergenerazionali, la famiglia e il lavoro, famiglia e capitale sociale.
«Il matrimonio è un valore aggiunto per le persone e per la società, in quanto rafforza la qualità della relazione nella coppia e ha importanti effetti (biologici, psicologici, economici e sociali) per bambini e adulti. La stabilità delle relazioni familiari è un bene prezioso e quando è carente tutti i membri ne risentono negativamente. In particolare, la stabilità del matrimonio è determinante per una socializzazione positiva dei minori».
«L’esperienza di solidarietà tra generazioni nelle famiglie naturali è molto più frequente e profonda che in altre forme di convivenza. I bambini che vivono con i loro genitori biologici godono perlopiù di migliore salute fisica e psicologica e mostrano maggiore fiducia e speranza nella vita. Studi su tre tipi differenti di strutture familiari – famiglie bi genitoriali, famiglie allargate e famiglie mono-genitoriali – mostrano la maggiore fragilità degli ultimi due modelli. Nelle cosiddette famiglie allargate, i genitori hanno maggiori difficoltà nell’espletare il loro ruolo educativo. Nelle famiglie con un solo genitore o separate sono caratterizzate da una maggiore sfiducia nel contesto sociale e una maggiore incidenza nei minori di problematiche psicologiche e stati di ansietà».
«La famiglia costituisce una fonte risorsa preziosa per il mondo del lavoro, tanto più maggiormente quando il mondo del lavoro beneficia la famiglia. E dunque, riconoscendone l’importanza per la società umana, il mondo del lavoro deve organizzarsi per porla al centro del proprio operare i bisogni della famiglia. I governi, a propria volta, dovranno mettere a punto politiche pubbliche, anche secondo il principio di sussidiarietà, con programmi di assistenza soprattutto rivolti al sostegno di famiglie in difficoltà o divise».
«Processi liberi e democratici politici ed economici sono possibili soltanto dove la fabbrica sociale è forte e la sfera pubblica e civile richiede e tutela i valori umani basici, promuovendo il bene comune e creando le condizioni affinché le famiglie possano costituirsi e svilupparsi. Come sosteneva già Alexis de Tocqueville, “una moderna democrazia necessita di una famiglia solida e stabile”. La famiglia costruisce relazioni sociali forti, è generatrice del capitale sociale primario ed è creatrice di fabbrica del “benessere delle nazioni”». La famiglia, in quanto “organismo vivente”, «costituisce il primo strumento di umanizzazione delle persone e della vita sociale».


20 March, 2013

FNC a Fermo per l’ incontro della giornata mondiale diocesana della gioventù
di - fnc


Il presidente e la sua famiglia saranno presenti alla giornata mondiale diocesana della gioventù a Fermo il 23 Marzo 2013.
Interverranno sulle tematiche relative alla trasmissione della fede ai figli, testimoniando la loro esperienza famigliare.
All'incontro interverrà S.E. Mons. Luigi Conti arcivescovo di Fermo.
Saranno inoltre presenti alcuni personaggi famosi: Barbara Capponi, giornalista di RAIUNO, Riccardo Scendoni, partecipante paraolimpiadi di Londra, e Andrea Lucchetta, ex-capitano Italia

Sono attesi più di mille giovani sabato 23 marzo a Fermo in occasione della Convocazione Diocesana delle Palme. L’evento, organizzato dall’Ufficio Diocesano per la Pastorale Giovanile in collaborazione con la Vicaria di Fermo, è un appuntamento annuale che si svolge la settimana prima di Pasqua in una città della diocesi, una sorta di Giornata Diocesana della Gioventù in attesa di quella mondiale (GMG) che si terrà a luglio in Brasile con Papa Francesco. Sul tema di questo incontro planetario, tratto dal Vangelo di Matteo (“Andate e fate discepoli tutti i popoli”) si terrà anche la festa diocesana, in programma alle ore 15.00 al coperto nella nuova Piazza Sagrini (sarà inaugurata domenica 24 marzo dal Comune di Fermo), a cui sono stati invitati: Riccardo Scendoni (che ha partecipato alle ParaOlimpiadi di Londra 2012), Andrea Lucchetta, ex capitano della Nazionale di pallavolo, Gianni e Cristina Archetti (presidenti dell’Associazione Famiglie Cattoliche Numerose). Intervistati da Barbara Capponi, giornalista di Rai 1, daranno la loro testimonianza di fede ai giovani. Al termine degli interventi l’Arcivescovo di Fermo Mons. Luigi Conti esorterà il pubblico giovanile con un messaggio di speranza, impartirà la benedizione sulle Palme, sugli intervenuti e incaricherà i giovani di portarle nelle rispettive Parrocchie di provenienza.



02 January, 2013

Fiesta de la Sagrada Familia
di - FNC


Si è svolta a Madrid il 30 dicembre 2012 la Fiesta de la Sagrada Familia.
Era presente anche la famiglia del nostro presidente Gianni e Cristina Archetti.
È stata una bella manifestazione a cui hanno partecipato migliaia di famiglie testimoniando con la loro presenza l’importanza della famiglia cristiana fondata sul matrimonio di un uomo e una donna che accolgono la vita. L’incontro è iniziato con l’annuncio del Kerigma da parte di Kiko Arguello, iniziatore del cammino neocatecumenale, che ha parlato dell' importanza dei cristiani e della loro missione nell’ anno della fede. Ha poi preso la parola Mons. Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio della Famiglia, che ha sottolineato la gioia e la bellezza e il ruolo della famiglia cristiana. Dopo il collegamento video con Piazza San Pietro per l’Angelus di Papa Benedetto XVI, è stata celebrata l’Eucarestia presieduta dal Cardinale di Madrid Mons. Rouco Varela. Nonostante il freddo e i disagi, le famiglie presenti con i loro figli, hanno testimoniato che la famiglia cristiana è la speranza per la società di oggi.
Alla fine dell' incontro il presidente FNC ha incontrato nuovamente S.E. Mons.Vincenzo Paglia che ha manifestato la sua vicinanza alla nostra associazione.

BENEDETTO XVI ANGELUS
Piazza San Pietro
Domenica, 30 dicembre 2012
Saludo cordialmente a los peregrinos de lengua española presentes en esta oración mariana. Y también, desde aquí, a los numerosos participantes en la Eucaristía que se celebra en Madrid en esta Fiesta de la Sagrada Familia. Que Jesús, María y José sean un ejemplo de la fe que hace brillar el amor y fortalece la vida de los hogares. Por su intercesión, pidamos que la familia siga siendo un don precioso para cada uno de sus miembros y una esperanza firme para toda la humanidad. Y que el júbilo de compartir la vida al amparo de Dios, que aprendimos de niños de labios de nuestros padres, nos impulse a hacer del mundo un verdadero hogar, un espacio de concordia, solidaridad y respeto mutuo. Con ese propósito, acudimos a María, nuestra Madre del cielo, para que acompañe a las familias en su vocación de ser una forma entrañable de iglesia doméstica y célula originaria de la sociedad. Que Dios os bendiga a todos. Feliz domingo.


Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37   

Sede Nazionale via Breda 18 Castel Mella (BS) Tel. 030 2583972

Aggiungi ai preferitiAggiungi questo sito ai preferiti

Webmaster: cogio

Le foto non di proprietà di FNC sono state reperite in rete, se qualcuna di queste dovesse essere coperta da diritti d'autore, siete pregati di segnalarcelo. Provvederemo a rimuoverle.