Torna all'homepage
Spiritualità
 
 
CARTA DEI DIRITTI
LO STATUTO
MODULO ISCRIZIONE
SEDI REGIONALI




Scrivici

02 August, 2013

Circa 3.000 ragazzi e 2.000 ragazze si offrono per il seminario
di -


Il tradizionale incontro vocazionale internazionale organizzato dal Cammino Neocatecumenale dopo la GMG

ROMA, 31 Luglio 2013 (Zenit.org) - Lunedì si è tenuto a Rio de Janeiro un Incontro Vocazionale organizzato dal Cammino Neocatecumenale, al quale hanno partecipato circa 50.000 giovani da tutto il mondo. Dopo ogni Giornata Mondiale della Gioventù, questa realtà ecclesiale realizza tali eventi, mossa dal desiderio di voler raccogliere alcuni dei frutti della stessa.

All’incontro, presieduto dall’arcivescovo di Rio, Orani Tempesta, hanno partecipato cinque cardinali: l’arcivescovo di Vienna, Christoph Schönborn; l’arcivescovo di Cracovia, Stanisław Dziwisz; l’arcivescovo di Boston, Sean O’Malley; l’arcivescovo di Sidney, George Pell, e l’arcivescovo di San Paolo, Odilo Scherer. Sono stati presenti 75 vescovi e arcivescovi e molti catechisti itineranti di questa iniziazione cristiana per adulti.

L’incontro, al quale è accorsa gente da ogni parte del mondo, ha avuto luogo nel Centro dei Congressi di Riocentro alle ore 14,30 di Rio ed è stato portato avanti dagli iniziatori e responsabili a livello mondiale del Cammino Neocatecumenale, Kiko Argüello,Carmen Hernández e il presbitero Mario Pezzi. I pellegrini più numerosi sono stati coloro che sono giunti dallo stesso Brasile, dagli Stati Uniti, dall’Italia e dalla Spagna.

Dopo la presentazione dei cardinali e degli altri prelati, Argüello ha continuato l’incontro annunciando il kerigma, e al termine, lo stesso Argüello ha fatto le chiamate vocazionali per inviare sacerdoti missionari in Asia. 3.000 sono stati i ragazzi che hanno risposto alla chiamata per entrare in seminario e 2.000 ragazze alla chiamata per la vita consacrata. Questi ragazzi inizieranno, nei propri Paesi, un processo che li aiuterà a discernere se è questa la vocazione alla quale Dio li chiama.



28 July, 2013

Il Papa saluta i giovani: «Conto su di voi, siate discepoli senza paura»
di -


«Qual è lo strumento migliore per evangelizzare i giovani?. Un altro giovane. Questa è la strada da percorrere». «Andate, senza paura, per servire». È questo il messaggio che Papa Francesco vuole lanciare dal Brasile, nell'ultima messa della Giornata mondiale della gioventù 2013, chiedendo ai ragazzi di farsi loro stessi missionari.
Il pontefice parla dal palco-altare costruito sulla punta estrema della spiaggia di Copacabana. Ad ascoltarlo, secondo gli organizzatori, sono intervenute tre milioni di persone.
In particolare, il Papa ha chiesto ai giovani di portare il Vangelo «per sradicare e demolire il male e la violenza; per distruggere e abbattere le barriere dell' egoismo, dell'intolleranza e dell'odio; per edificare un mondo nuovo. Gesù Cristo conta su di voi, la Chiesa conta su di voi, il Papa conta su di voi. Andate e fate discepoli tutti i popoli».



08 July, 2013

FNC ritorna alla Mangiagalli per difendere la Vita
di - Vittorio Lodolo D Oria


La condanna dell'aborto è assoluta e permanente: è fondamentale che vi sia qualcuno a ricordarlo all'interà comunità.

Per la seconda volta di seguito FNC ha partecipato con grande convinzione al presidio contro l'aborto, organizzato a Milano il 6 luglio dal "Comitato no 194", di fronte alla Clinica Mangiagalli. Cominciamo subito col dire che il prossimo evento avrà luogo nello stesso posto il 7 settembre prossimo e l'invito a partecipare è esteso a tutti gli uomini e le donne di buona volontà. Venendo alla sostanza dei fatti, la quarantina di persone che sono intervenute han potuto tranquillamente pregare in riparazione all'aborto e recitare rosari e litanie fino alle 11.30. A quell'ora sono infatti intervenute una dozzina di donne e ragazze urlanti i soliti slogan volgari e provocatori contro gli obiettori, i preti, la Chiesa, i CAV ("che devono essere incendiati con gli obiettori dentro") e soprattutto contro la famiglia tradizionale ("che è patriarcale"). Sulle prime il variopinto gruppo di femministe ha suscitato rabbia tra gli astanti ma, col passare del tempo, faceva sempre più compassione: anche loro erano state in fondo embrioni, quindi feti, poi neonati, infne adulti. Tutte gridavano le loro ferite, i presunti diritti, sprigionando un rancore inestinguibile al punto da desiderare un "rogo" dove far ardere quei "violenti" (così ci
etichettavano) che osavano orare in santa pace. Ma noi ci sentivamo "beati"
in virtù di quanto Gesù in persona ci aveva preannunciato ("beati voi quando verrete insultati e oltraggiati a causa del mio nome"). A generare più sconforto della dozzina di urlanti signore e signorine è tuttavia l'indifferenza di un popolo cattolico che sembra essersi acclimatato alle conquiste del demonio (divorzio, aborto, eutanasia, gender etc), accontentandosi del "male minore", ignorando eventi come il presidio di preghiera laddove si operano aborti. Lo smarrimento e la desolazione sono grandi, ma rincuora pensare che Abramo mercanteggiò con Dio la salvezza di Sodoma fino a farlo desistere dal distruggere quella città qualora vi avesse trovato 10 giusti. Abramo non riuscì nell'intento, ma noi eravamo 40 e dunque la speranza di operare per la salvezza dell'umanità non ci abbandona.
Dobbiamo essere - come ci ricorda il Vangelo - lievito nella massa e sale della terra: ecco perchè valiamo agli occhi del Signore. Ma dobbiamo essere almeno 10.

Vittorio Lodolo D'Oria



Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36   

Sede Nazionale via Breda 18 Castel Mella (BS) Tel. 030 2583972

Aggiungi ai preferitiAggiungi questo sito ai preferiti

Webmaster: cogio

Le foto non di proprietà di FNC sono state reperite in rete, se qualcuna di queste dovesse essere coperta da diritti d'autore, siete pregati di segnalarcelo. Provvederemo a rimuoverle.