Torna all'homepage
News
 
 
CARTA DEI DIRITTI
LO STATUTO
MODULO ISCRIZIONE
SEDI REGIONALI




Scrivici

30 September, 2013

Ideologia del Gender.
di - FNC-


Solo una minoranza di persone sa cos'è l'ideologia del Gender, cosa si nasconde dietro la stessa e, soprattutto, quali ricadute può avere sulla famiglia naturale fondata sul matrimonio tra uomo e donna.
L'associazione FNC promuove un incontro dove relatori illustri chiariscono le radici del fenomeno Gender e quali sono i suoi reali obiettivi. Si tratta di un'ideologia a favore dell'uomo o contro l'uomo?
Chi volesse approfondire l'argomento è invitato a partecipare al seminario che si terrà a Milano presso la Sala degli Affreschi della Provincia di Milano in Corso Monforte 35 alle 20.30 del 24 Ottobre 2013.



08 September, 2013

PRESIDIO CONTRO L’ABORTO A MILANO
di - FNC


Sabato 7 settembre ha avuto luogo il consueto presidio contro la legge 194 sull'aborto che si svolge ogni due mesi il primo sabato del mese. Fino ad oggi si è tenuto sempre dinanzi alla clinica Mangiagalli di Milano in Via Commenda, ma la questura, "per urgenti motivazioni di ordine pubblico" (la contestazione del solito gruppuscolo di femministe provenienti dai centri sociali) ha ingiunto al "Comitato No 194" di allestire il presidio in Piazza 5 Giornate a circa un km di distanza dal nosocomio. Potrebbe sembrare la dimostrazione che la spunta sempre chi urla più forte, ma i numerosi partecipanti hanno reagito pregando e cantando ancora più intensamente. Anche FNC ha partecipato come le altre volte con suoi rappresentanti, ribadendo l'impegno ad essere presente anche per i prossimi appuntamenti. Piace evidenziare che la preghiera contro l'aborto è caduta nella stessa giornata di preghiera per la pace in Siria indetta da Papa Francesco. Altro dato positivo è rappresentato dal fatto che hanno partecipato attivamente al presidio numerosi ragazzi (foto).
Nelle foto esponenti di FNC col presidente del Comitato No 194 avvocato Giuseppe Guerini.



25 August, 2013

PedaliAmo per la vita
di - FNC-


Mancano pochi giorni a un appuntamento al quale almeno i cattolici locali dovrebbero partecipare senza alcuna esitazione, dubbio o scusanti solo per il titolo che porta: "PedaliAMO per LA VITA, per dire sì alla vita dal concepimento alla morte naturale", 2° edizione, che avrà luogo a Padova, Domenica 15 settembre 2013 (www.ioamolavita.it). Saranno 15 km. di amichevole pedalata lungo le vie della città, con partecipazione aperta a tutti e completamente gratuita.
Sì perché noi siamo per la vita e per una cultura di vita.
Vita intesa come dono e grazia da tutelare dal concepimento alla morte naturale senza alcuna eccezione.
Vita come futuro per una società che a causa di una generale apatia e in particolare ai princìpi non negoziabili ha spostato la sua attenzione a falsi diritti e valori surrogati giustificando qualsiasi forma di omicidio di un essere umano con un relativismo spiazzante.
Vita come speranza per una società votata al suicidio se si considera che ad esempio in Italia il tasso di natalità è di 1,2 ovvero con un deficit di sopravvivenza del -0,8%.
Vita come trasmissione di valori e Verità negata in Italia dal 1978 ad oggi a circa 6 milioni di bambini.
Io partecipo alla pedalata come madre di tre meravigliosi bambini e per dare la mia testimonianza di cattolica.
Partecipo anche per dire grazie a tutte quelle coppie che mi hanno dato consigli e testimonianza in questi ultimi anni; a quelle coppie che hanno deciso di proseguire la gravidanza pur sapendo che il loro figlio sarebbe stato portatore di una grave malattia, malformazione o che sarebbe sopravvissuto poche ore dalla nascita; a quelle coppie che chiudendo la porta ai medici, paramedici, parenti e amici che consigliavano loro di abortire perché "non sano" hanno detto sì a quel figlio che il Signore ha voluto donare loro; certo con grande paura iniziale ma l'ardente fede che li animava li ha portati dritti all'amore vero. Lo stesso amore che si scorge negli occhi di un marito o di un padre che pur esausto data la continua assistenza ad una moglie o al figlio in stato vegetativo per un incidente o altre circostanze non pensa minimamente di uccidere parte della sua vita "per non farla soffrire più".
Sofferenza e intimo dolore che invece rimarrà per tutta la vita a quelle madri che hanno deciso di uccidere il proprio figlio ingannate da false emancipazioni, falsi progressisti, falsi diritti conquistati, l'idea della gestione esclusiva del proprio corpo e ideologia e cultura della morte.
Il prossimo 15 Settembre la colonna sonora della pedalata sarà lo squillo dei campanelli per dire SVEGLIA!
Sveglia a tutte le persone che sanno di questa tragedia ma tacciono: "Una società senza figli è una società senza futuro".
Sveglia a tutte le donne che devono riprendere coscienza con orgoglio di essere femmina e quindi di avere quel meraviglioso dono che solo loro hanno: la facoltà di portare in grembo e dare alla luce creature che diverranno il nostro futuro.
Sveglia a tutte le persone che in apatia seguono ciò che la società relativista propone non curanti della necessità di affermare, indipendentemente dalla religione o idee politiche, i princìpi non negoziabili.
Sveglia a tutti quei cattolici annacquati, progressisti, relativisti, part-time e possibilisti che hanno perso o relativizzato gli insegnamenti della Dottrina Sociale della Chiesa, del Vangelo e della Tradizione.
La pedalata si concluderà con il volo dei palloncini azzurri e rosa a memoria di tutte le vittime innocenti cui è stato negato il dono della vita e che sono state barbaramente uccisi nel seno materno.
Anche tu vuoi dire sì alla vita in grande festa? Ti aspetto!


Sede Nazionale via Breda 18 Castel Mella (BS) Tel. 030 2583972

Aggiungi ai preferitiAggiungi questo sito ai preferiti

Webmaster: cogio

Le foto non di proprietà di FNC sono state reperite in rete, se qualcuna di queste dovesse essere coperta da diritti d'autore, siete pregati di segnalarcelo. Provvederemo a rimuoverle.