Torna all'homepage
Comunicati
 
 
CARTA DEI DIRITTI
LO STATUTO
MODULO ISCRIZIONE
SEDI REGIONALI




Scrivici

14 January, 2013

Politiche 2013
di - FNC


Avendo appreso dalla stampa che il presidente dell'ANFN è stato candidato nella Lista Monti alle elezioni politiche che si svolgeranno a breve, ci congratuliamo per l'obiettivo raggiunto e gli rivolgiamo un cordiale augurio di buon lavoro.



16 December, 2012

Il Verbo si è fatto carne ed è venuto ad abitare in mezzo a noi
di - FNC


Con questa storiella FNC augura a tutti un SANTO NATALE

''Nel ventre di una donna incinta si trovavano due bebè. Uno di loro chiese all’altro:
- Tu credi nella vita dopo il parto? >
- Certo. Qualcosa deve esserci dopo il parto. Forse siamo qui per prepararci per quello saremo più tardi.
- Sciocchezze! Non c’è una vita dopo il parto. Come sarebbe quella vita? >
- Non lo so, ma sicuramente... ci sarà più luce che qua. Magari cammineremo con le nostre gambe e ci ciberemo dalla bocca.
-Ma è assurdo! Camminare è impossibile. E mangiare dalla bocca? Ridicolo! Il cordone ombelicale è la via d’alimentazione … Ti dico una cosa: la vita dopo il parto è da escludere. Il cordone ombelicale è troppo corto. >
- Invece io credo che debba esserci qualcosa. E forse sarà diverso da quello cui siamo abituati ad avere qui.>
- Però nessuno è tornato dall’aldilà, dopo il parto. Il parto è la fine della vita. E in fin dei conti, la vita non è altro che un’angosciante esistenza nel buio che ci porta al nulla. >
- Beh, io non so esattamente come sarà dopo il parto, ma sicuramente vedremmo la mamma e lei si prenderà cura di noi.
- Mamma? Tu credi nella mamma? E dove credi che sia lei ora? >
- Dove? Tutta intorno a noi! E’ in lei e grazie a lei che viviamo. Senza di lei tutto questo mondo non esisterebbe. >
- Eppure io non ci credo! Non ho mai visto la mamma, per cui, è logico che non esista.
- Ok, ma a volte, quando siamo in silenzio, si riesce a sentirla o percepire come accarezza il nostro mondo. Sai? ... Io penso che ci sia una vita reale che ci aspetta e che ora soltanto stiamo preparandoci per essa ...> “



06 December, 2012

Logo anno della fede e logo FNC
di - FNC


Siamo contenti di vedere che il logo scelto dalla Chiesa per l’anno della fede è molto simile a quello della nostra associazione FNC.
La barca, la Croce e la vela rappresentano graficamente l’anno della fede che offre una bellissima occasione alle famiglie cattoliche di poter annunciare e testimoniare con la nostra vita e con i figli donati da Dio la Buona Notizia che Gesù Cristo si è fatto carne ed è venuto ad abitare in mezzo a noi.

IL LOGO FNC
Il logo per una associazione e importante, perche’ deve rappresentare l’associazione stessa o quantomeno essere quel marchio che a colpo d’occhio identifica gli scopi statutari l’associazione.
Pensando a quale immagine potesse ispirarsi FNC ho pensato di scrutare nella Bibbia, la parola “famiglia” .
Da subito ho visto che gia’ il primo versetto poteva fare al caso nostro:
Genesi 7,1 Il Signore disse a Noè: “Entra nell'arca tu con tutta la tua famiglia, perché ti ho visto giusto dinanzi a me in questa generazione.”

Grazie alla figura di Noè (figura di Cristo) Dio salva la famiglia.
Questo passo biblico a mio parere è importante perche’ e legato ad una salvezza a una speranza a un nuovo futuro. In oltre salvare la figura della famiglia e fondamentale anche perche’ è l’immagine di Dio.
Genesi 1:27 Dio creò l'uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li creò.

Da lì l’idea di rappresentare la famiglia all’interno di una barca (arca). Per molti aspetti la storia di quel periodo è molto simile alla situazione attuale della nostra societa’.
Genesi 6,5 Il Signore vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che ogni disegno concepito dal loro cuore non era altro che male.

La società di quel tempo aveva eliminato Dio dalle proprie radici, non esisteva il rispetto della vita, l’indole degli uomini era più incline al male che al bene.
Genesi 6,12.14 Dio guardò la terra ed ecco essa era corrotta, perché ogni uomo aveva pervertito la sua condotta sulla terra. “Fatti un'arca di legno di cipresso; dividerai l'arca in scompartimenti e la spalmerai di bitume dentro e fuori...”.

Così anche oggi, l’arca (Chiesa), sovrastata dalla croce funge da albero maestro , consente alla famiglia consolidata dal sacramento del matrimonio (la vela) di navigare tra le onde del mare, onde che spesso nella bibbia vengono paragonate ai flutti di morte.
Matteo 8,23-24 Essendo poi salito su una barca, i suoi discepoli lo seguirono. Ed ecco scatenarsi nel mare una tempesta così violenta che la barca era ricoperta dalle onde; ed egli dormiva.
Matteo 8,26 Ed egli disse loro: «Perché avete paura, uomini di poca fede?» Quindi levatosi, sgridò i venti e il mare e si fece una grande bonaccia.

Nel nostro logo la barca vuole simboleggiare la Chiesa dove nel suo interno si può riconoscere il Cristo e la sua opera.
Matteo 14,33 Quelli che erano sulla barca gli si prostrarono davanti, esclamando: «Tu sei veramente il Figlio di Dio!».

Diviene luogo privilegiato per evangelizzare il mondo fino a divenire “Testimoni di Gesù risorto speranza del mondo” (Convegno Ecclesiale Verona 2006).
Marco 4,1 Di nuovo si mise a insegnare lungo il mare. E si riunì attorno a lui una folla enorme, tanto che egli salì su una barca e là restò seduto, stando in mare, mentre la folla era a terra lungo la riva.

La croce nel logo simbolo della nostra identita’ e simbolo dell’amore di Cristo a fianco dell’uomo, seguendo i suoi insegnamenti potremo riempire le nostre reti vuote.
Giovanni 21,3-6 Disse loro Simon Pietro: «Io vado a pescare». Gli dissero: «Veniamo anche noi con te». Allora uscirono e salirono sulla barca; ma in quella notte non presero nulla. Quando già era l'alba Gesù si presentò sulla riva, ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù. Gesù disse loro: «Figlioli, non avete nulla da mangiare?». Gli risposero: «No». Allora disse loro: «Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete». La gettarono e non potevano più tirarla su per la gran quantità di pesci.

L’ultima volta che la parola famiglia appare nella Bibbia è nella lettera di S. Paolo agli Ebrei dove ancora una volta si fa riferimento a Noè e alla salvezza:
Ebrei 11,7 Per fede Noè, avvertito divinamente di cose che ancora non si vedevano, costruì con pio timore un'arca a salvezza della sua famiglia.

Spero che questo logo possa piacere, ma non solo, che diventi il simbolo di una nuova speranza per tutte le famiglie.

FNC

invita tutte le famiglie a salire su questa barca per promuovere la figura della famiglia cattolica, per essere insieme testimoni della bellezza, della grazia, della gioia, della fede, della speranza, della Vita, e divenire una buona notizia (Kerigma) per questa generazione e per quelle future.

Gianni e Cristina


Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16   

Sede Nazionale via Breda 18 Castel Mella (BS) Tel. 030 2583972

Aggiungi ai preferitiAggiungi questo sito ai preferiti

Webmaster: cogio

Le foto non di proprietà di FNC sono state reperite in rete, se qualcuna di queste dovesse essere coperta da diritti d'autore, siete pregati di segnalarcelo. Provvederemo a rimuoverle.